Maserati vende il Levante On Line in Cina

Maserati vende Levante on Line in Cina

Maserati vende il Levante on Line in Cina

La Maserati per la Cina ha scelto di vendere il suo SUV Levante con l’E-Commerce. La prima mondiale del Levante da 350 CV è stata a Marzo al Salone di Ginevra 2016.

Il primo SUV di Maserati, il Levante 350 CV, è in vendita  in esclusiva sulla piattaforma e-commerce leader in Cina, Tmall al prezzo di 153.500 USD.

Maserati vende il Levante on Line in Cina

In 18 secondi dalla messa on line sono stati acquistati 100 esemplari, secondo fonti  Alibaba. E’ già da ora possibile prenotare attraverso il salone digitale Maserati su Tmall tutti gli altri modelli, pagando l’acconto on line e poi pagare il saldo al momento del ritiro nei saloni fisici della rete di vendita Maserati.

Alibaba ha fatto sapere di aver iniziato una collaborazione strategica con la Maserati per la quale le due società si impegneranno in attività di marketing e promozione finalizzata all’espansione globale della piattaforma e-commerce per la vendita di automobili. 

Tmall ha iniziato la sua attività di vendita di autovetture già ad aprile 2014, e vende molte marche di automobili tra cui Tesla, BMW, General Motors e Volkswagen.

Maserati vende il Levante on Line in Cina – Il background

L’intesa Alibaba e Maserati è frutto di un accordo siglato l’11 Giugno 2014 tra Alibaba Group e il Governo italiano per facilitare alle imprese italiane l’apertura di canali commerciali di e-commerce su T-Mall che fa capo ad Alibaba.

L’accordo  possiede tutti i buoni auspici per aprire la strada ad un maggiore commercio transfrontaliero tra la Cina e il l’Italia. Alibaba Group, che nel 2013 è stata la società cinese di e-commerce più grande per volumi di merce venduta, fornirà alle imprese italiane uno spazio sul portale Tmall.com offrendo supporto all’iscrizione delle imprese, marketing del prodotto online e assistenza post-vendita.

L’accordo, di durata triennale, è parte di un memorandum d’intesa (Memorandum of Understanding – MOU) firmato tra il Ministero dello Sviluppo Economico Italiano e il fondatore di Alibaba Jack Ma.

Jack Ma ha affermato che “Attraverso questo MoU speriamo di rendere marchi e prodotti italiani più disponibili alle centinaia di milioni di acquirenti online e su dispositivi mobili in tutta la Cina, e allo stesso tempo dare l’opportunità a marchi e aziende italiane di soddisfare direttamente l’insaziabile domanda dei consumatori cinesi”.

Come parte del memorandum d’intesa, le due parti lavoreranno in concerto per definire quali categorie di prodotti su Tmall.com riflettono le migliori caratteristiche per il mercato cinese. Altri dipartimenti di Alibaba Group, come la sua piattaforma di business-to-business Alibaba.com e la piattaforma logistica collegata Cainiao, potranno mettere le basi per sondare ulteriori possibilità di cooperazione con le imprese italiane.

I marchi italiani sono rinomati anche e soprattutto tra i cinesi benestanti, i consumatori emergenti bramano prodotti di lusso importati per fare sfoggio del loro status. Per celebrare il MoU, 30.000 tipologie di biscotti italiani, mai venduti prima in Cina, entreranno nel mercato cinese attraverso Tmall.com. Il sito lancerà anche una promozione per i marchi italiani già esistenti sulla piattaforma e introdurrà una pagina dedicata al paese per enfatizzare maggiormente i prodotti italiani.

L’Occidente ha fatto registrare sempre più investimenti orientati alle vendite online, riducendo il capitale destinato alle sedi fisiche. I flagship stores online e i negozi virtuali su piattaforme come Tmall.com permettono di rivedere politiche di branding in un contesto, quello online, in continua evoluzione sia creativa che di metodo. Nel mese di aprile, il marchio di lusso britannico Burberry è diventato il primo brand di fascia alta ad aprire un negozio su Tmall.com, offrendo agli acquirenti online vantaggi come il servizio clienti 24 ore al giorno con restituzione merce e trasporto gratuiti.

 Oggi anche Maserati si è aggiunta, con notevoli soddisfazione, stando ai numeri comunicati.

Se non vuoi perderti aggiornamenti utili iscriviti alla newsletter.

Photo Credit maserati.it